"Intolleranti verso l'intolleranza"

L'imprenditore Paolo Polegato della Astoria Wines avvia una campagna contro i ripetuti e abietti episodi di razzismo e violenze che hanno interessato tutto il Paese

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

02

Agosto
2018

Paolo Polegato, AD di Astoria Wines, casa vinicola veneta specializzata nella produzione e vendita di Prosecco Valdobbiadene DOCG, Prosecco Millesimato, Spumanti e vini prodotti nelle colline di Conegliano e Valdobbiadene, ha comprato una intera pagina di alcuni quotidiani nazionali, tra cui il Corriere della Sera, per metterci il volto di una ragazza nera con le labbra colorate di bianco, rosso e verde, accompagnata dalle parole “Intolleranti verso l’intolleranza”, con a chiudere la frase di Martin Luther King: “Può darsi che non siate responsabili per la situazioni in cui vi trovate, ma lo diventerete se non fate nulla per cambiarla”. Paolo Polegato è padre adottivo di due giovani colombiani.
    Di suo Polegato ha scritto:

"la violenza delle parole e dei fatti non è più tollerabile. Non rappresenta né l'Italia né gli italiani. Ora basta. Il rispetto della persona prescinde colore, genere e religione".

Polegato non è nuovo a posizioni progressiste: l'Astoria finanzia il Giro d'Italia ma anche il Gay Pride, quello dell'anno scorso di Treviso per esempio.
In una intervista rilasciata a Repubblica, afferma che "oltre alla motivazione personale, c'è anche quella di salvaguardare l'immagine aziendale e del Paese. All'estero l'Italia è percepita come un luogo che sta rapidamente scendendo verso il razzismo, e questo certamente danneggia l'aspetto economico di un'azienda come la nostra che esporta quasi il 40% di quello che produce".

 


Condividi su: