ICQRF e Unionbirrai collaborano

ICQRF e Unionbirrai collaborano

L'accordo ha come obiettivo la qualità della filiera produttiva della birra artigianale e la tutela dei consumatori

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

07

Gennaio
2019

L'Ispettorato Centrale della Tutela della Qualità e della Repressione Frodi dei Prodotti Agroalimentari del Ministero delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, ha firmato un accordo di collaborazione con l'Associazione Unionbirrai, associazione di categoria nazionale dei Piccoli Birrifici Indipendenti Italiani (PBII), i piccoli produttori di birra artigianale.
Scopo della collaborazione è la tutela della Birra artigianale, così come definita dalla legge 154/20165, "la birra prodotta da piccoli birrifici indipendenti e non sottoposta, durante la fase di produzione, a processi di pastorizzazione e di microfiltrazione", la promozione della filiera e la salvaguardia dei consumatori.

L'accordo riguarda la condivisione delle linee guida volontarie per gli associati a Unionbirrai, relativamente alle pratiche di microfiltrazione e ai processi produttivi, l'attività di formazione a beneficio di produttori e consumatori, e soprattutto la possibilità di segnalare all'ICQRF abusi nell'uso della denominazione "Birra artigianale".

"Alla luce del successo che sta riscuotendo la birra artigianale in Italia, con questa collaborazione - commenta il MiPAAFT in una nota - il Ministero delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo intende valorizzare e riconoscere tutte le realtà grandi e piccole della filiera, promuovere i produttori italiani e sensibilizzare i consumatori di fronte alle eccellenze del nostro Paese".


Condividi su: