Innovazione e sostenibilità: a De Cecco 13 milioni dalla BEI

Innovazione e sostenibilità: a De Cecco 13 milioni dalla BEI

Grazie al "Piano Juncker", lo storico gruppo abruzzese ha ottenuto la prima tranche di finanziamenti dalla Banca europea degli investimenti. Sarà di 45 milioni di euro la dotazione complessiva

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

05

Novembre
2019

La BEI - Banca europea degli investimenti ha erogato la prima tranche di finanziamento da 13 milioni di euro per un progetto di efficientamento produttivo presentato dal Gruppo De Cecco.

Il prestito è parte di una dotazione complessiva da 45 milioni di euro, approvata da BEI nell'agosto 2019 con lo scopo di contribuire all'espansione della capacità produttiva e all'aumento dell'efficienza energetica degli impianti De Cecco a Fara San Martino (Chieti), e per attività di ricerca, sviluppo e innovazione sulla sostenibilità per il 2019-2022.

L'investimento ha beneficiato della garanzia del Piano di Investimenti per l’Europa, il cosiddetto "Piano Juncker", nato nel novembre 2014 per combattere gli effetti della crisi economica mondiale mobilitando risorse e forme di supporto utili a dare nuovo impulso agli investimenti nell’UE, dando visibilità e assistenza tecnica ai progetti di investimento con un uso più intelligente delle risorse finanziarie dell'Unione.

De Cecco è una delle aziende più dinamiche del settore food: a metà 2019 si è collocata al primo posto nazionale come impresa con la "miglior crescita percentuale a Valore (+20,4%)" e al secondo del Food Confezionato Nielsen per "crescita assoluta per vendite a Valore (+15,7 milioni di euro)". Il tutto in un mercato italiano caratterizzato da un calo dei consumi della pasta di semola: -1,1% (-46.510 quintali) nei primi 7 mesi del 2019.
Inoltre, 734.000 nuove famiglie hanno deciso di comprare pasta di semola De Cecco (+13,7% nei primi 4 mesi del 2019), per un parco acquirenti totale di 10,9 milioni di famiglie, come si legge dal report Nielsen CPS. Il 45,1% delle famiglie italiane consuma pasta di semola De Cecco.


Condividi su: