Ingrediente primario: finalmente le linee guida

Ingrediente primario: finalmente le linee guida

È in Gazzetta ufficiale la Comunicazione della Commissione europea sull’applicazione dell’art. 26 par. 3 del Reg. UE 1169/11. Nuovi obblighi e vecchi dubbi. Se ne parla in un seminario a Milano. Appuntamento il 19 marzo 2020

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

06

Febbraio
2020

In data 31.01.2020, la Commissione Europea ha pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea C32/1 la Comunicazione sull’applicazione delle disposizioni dell’articolo 26, paragrafo 3, del Regolamento UE 1169/2011. La sua portata applicativa, così come definita in dettaglio dal Reg. UE 775/2018 che diverrà cogente dal 1 aprile 2020, ha trovato proprio in questa Comunicazione un fondamentale strumento interpretativo. Da questa attesissima pubblicazione prende l'abbrivio il seminario dal titolo "Indicazione di origine dell’ingrediente primario: si parte!" che si terrà a Milano il 19 marzo 2020.
Nel corso della giornata di studio saranno approfonditi i concetti di origine e provenienza, saranno esaminati i casi in cui "scatta" l’obbligo di indicazione dell’origine e della provenienza dell’ingrediente primario, individuando le situazioni escluse e le deroghe previste.

I relatori, legali esperti della materia e rappresentanti dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, scenderanno quindi nel dettaglio dell’identificazione dell'ingrediente primario, nonché delle modalità di indicazione dello stesso per quanto attiene a livelli geografici, collocazione delle indicazioni e alla loro presentazione.

Al fine di fornire un quadro giuridico complessivo, sarranno esaminate le norme generali in materia di indicazioni di origine con riferimento anche ai sistemi di qualità (DOP, IGP, STG), alle disposizioni sul made in Italy, alle indicazioni geografiche disciplinate dal Codice di Proprietà industriale e ai prodotti tradizionali.

Sarà dato grande rilievo anche alle norme sanzionatorie applicabili, e ai casi giurisprudenziali che offrono una chiave interpretativa al fine di fornire all’OSA uno strumento di lettura per l'applicazione della normativa e per la giusta valorizzazione dell’origine della provenienza dei propri prodotti. 
A conclusione del seminario sarà evidenziata la posizione dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato con l'illustrazione della principale casistica su origine e provenienza.

La Comunicazione sull’applicazione delle disposizioni dell’articolo 26, paragrafo 3, del Regolamento UE 1169/2011 costituirà la guida all’interno della quale sviluppare la discussione e identificare le aree tuttora grigie della nuova regolamentazione.

Consulta il programma del seminario Indicazione di origine dell’ingrediente primario: si parte! - Milano 19 marzo 2020


Condividi su: