Il tè verde protegge da obesità, demenza e diabete

Il tè verde protegge da obesità, demenza e diabete

Lo dimostra uno studio condotto in Cina: l'epigallocatechina gallato, composto presente nella bevanda, aiuterebbe a ridurre i danni di una dieta ricca di grassi e zuccheri

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

04

Agosto
2017

Una sostanza presente nel tè verde riduce i danni della dieta occidentale, aiutando a prevenire demenza, obesità e diabete: è uno studio pubblicato su FASEB Journal a dimostrare, appunto, che l'epigallocatechina gallato (EGCG) è in grado di ridurre lo sviluppo di resistenza all'insulina, l'aumento di peso e le alterazioni della memoria in topi alimentati con una dieta ad alto contenuto di grassi e fruttosio.

La dieta occidentale è generalmente ricca di carni rosse e trasformate, grassi saturi, zuccheri e carboidrati raffinati, e povera di frutta, verdure, cereali integrali; seguirla conduce a un aumento di peso, allo sviluppo del diabete di tipo 2, e a compromissione cognitiva.
I ricercatori della Northwest A&F University, in Cina, hanno studiato tre gruppi di topi maschi per 16 settimane, assegnando a ogni gruppo un regime alimentare diverso. Un gruppo è stato nutrito con una dieta ad alto contenuto di grassi e zuccheri; un secondo gruppo con la stessa dieta ma aggiungendovi 2 grammi di polifenolo EGCG; il terzo gruppo (di controllo) è stato alimentato con una dieta standard. Alla fine del periodo di studio, come previsto, i primi due gruppi di topi avevano guadagnato più peso del gruppo di controllo. Tuttavia, l'aumento di peso è stato molto meno grave per i topi la cui dieta è stata integrata con il composto di tè verde. Inoltre questi ultimi presentavano meno casi di insulino-resistenza e una memoria migliore, testata attraverso la capacità di trovare una via d'uscita da un labirinto.


Condividi su: