Il rispetto dell'ambiente è importante per i consumatori

Il rispetto dell'ambiente è importante per i consumatori

Una ricerca condotta dall'Osservatorio Immagino Nielsen GS1 stima una crescita annua del 5,6% delle vendite dei prodotti alimentari certificati CSR. Quasi 5mila i prodotti di largo consumo amici della sostenibilità

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

29

Gennaio
2018

Negli scaffali dei supermercati l'ambiente è tenuto in grande considerazione: sono ben 4.925 i prodotti di largo consumo sulle cui etichette è stato inserito un logo o una certificazione in ambito CSR, la corporate social responsibility.
A censirli lungo gli scaffali di vendita è l'Osservatorio Immagino Nielsen GS1 Italy che stima in un anno, quello terminante a giugno 2017, una crescita del 5,6% del loro giro d'affari.

L'universo più sensibile alla comunicazione del proprio impegno concreto sul fronte della responsabilità sociale, secondo i ricercatori dell'Osservatorio Immagino, è quello della detergenza (bucato e stoviglie) dove le aziende hanno molte informazioni da trasferire ai consumatori e dove il tema della difesa dell'ambiente è molto sentito. Il mondo più rappresentato è quello dalla sostenibilità ambientale, con loghi e certificazioni (come Sustainable cleaning, Ecocert, Ecolabel, UTZ, Friends of the sea e MSC).

Molto dinamico appare il settore dell'attenzione agli animali (ad esempio con Cruelty free e Dolphin safe) e quello del commercio equo e solidale (Fairtrade).
Ad essere più sensibili ai temi della green economy i giovani single e le coppie under 35enni senza figli. Tuttavia, stando alla ricerca, anche nel budget di spesa delle nuove famiglie (con figli sotto i 7 anni e senza figli nella fascia 7-17) trovano ampio spazio i prodotti ecosostenibili, quelli biologici, i cruelty free, e i prodotti biodegradabili o confezionati in plastica riciclata. Poco sentito, invece, è l'argomento OGM.


Condividi su: