Il pomodoro più piccolo al mondo viene da Israele?

Il pomodoro più piccolo al mondo viene da Israele?

Kedma, un'azienda agricola del Paese del Medio Oriente che affaccia sul Mediterraneo, ha prodotto, dopo anni di studi, un pomodoro "grande" quanto una moneta. Chissà perché? Ma pare che sia in arrivo anche il più dolce al mondo

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

08

Gennaio
2018

Si tratterebbe del "più piccolo" pomodoro al mondo: della dimensione di una moneta. Lo ha reso noto Kedma, un'azienda agricola israeliana dell'Arava, il deserto nel Sud del Paese, che ne ha annunciato la produzione dopo anni di studi.

Messo a punto nel Moshav Idan, il pomodoro definito anche a goccia - hanno spiegato a Yediot Ahronot Ariel Kitron, Dubi Degai e David Mizrahi fondatori dell'azienda - è figlio di una tecnologia di avanguardia e le sue dimensioni sono pari a quelle della moneta da 1 shekel (1,8 centimetri di diametro).
Ne esistono - hanno puntualizzato - due varietà: una rossa e una gialla, ma sono allo studio altre tonalità. Ma perché tanti anni di studio per un pomodorino? "L'idea è che sia confortevole - ha spiegato Ariel Kidron. Puoi metterlo nell'insalata intero, non devi tagliarlo, esplode semplicemente in bocca." Proprio come i nostri Pachino o Datterino più piccoli!

Il seme, originariamente sviluppato in Olanda, è stato modificato per adattarsi alle condizioni di crescita aride del sud di Israele. Rami Golan, del Central and Northern Arava Research and Development Center, che ha seguito il progetto, ha affermato che è sicuramente il più piccolo mai coltivato in Israele, dove i pomodori sono molto popolari.

Le novità non sono finite: nelle serre di Kedma è stato coltivato un altro pomodoro che del 30% "più dolce" di ogni altro altro sul mercato. 
Disponibili per l'assaggio.


Condividi su: