Il consumo eccessivo di alcol uccide 3 milioni di persone l'anno

Il consumo eccessivo di alcol uccide 3 milioni di persone l'anno

Il Rapporto dell'OMS afferma che il 30% è colpito da incidenti o atti di violenza e il restante 70% da patologie irreversibili

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

25

Settembre
2018

L'uso massiccio di alcol causa la morte di circa 3 milioni di persone ogni anno ed è stato causa di oltre il 5% del carico globale di malattia nel 2016. "È ora di intervenire - è l'appello di Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell'OMS - per prevenire questa grave minaccia allo sviluppo di società sane".

 Tra tutti i decessi attribuibili all'alcol, il 28% è dovuto a infortuni, come quelli dovuti a incidenti stradali, autolesionismo e violenza interpersonale; il 21% a disturbi dell'apparato intestinale, il 19% a malattie cardiovascolari e il resto da tumori o disturbi mentali.

Circa 2,3 miliardi di persone sono bevitori nel mondo e il consumo medio è di due bicchieri al giorno di vino o una birra grande. Ma circa 237 milioni di uomini e 46 milioni di donne soffrono di disturbi dovuti al bere eccessivo.

L'Europa ha il più alto consumo pro capite, in particolare per quello che riguarda i giovani: se nel mondo, più di un quarto (27%) di tutti i ragazzi di 15-19 anni sono bevitori, nel vecchio continente questa percentuale arriva al 44%.

"I paesi possono fare molto di più per ridurre i costi sanitari e sociali", sottolinea Vladimir Poznyak, coordinatore dell'Unità Gestione dell'abuso di sostanze dell'OMS.

"Azioni efficaci comprendono l'aumento delle tasse sulle bevande alcoliche, restrizioni sulla pubblicità e la limitazione della disponibilità fisica di alcolici".


Condividi su: