I probiotici aiutano a dimagrire e a contenere l'ansia

I probiotici aiutano a dimagrire e a contenere l'ansia

Gli effetti che la flora batterica hanno sull'organismo sono per lo più sconosciuti. All'Università di Tor Vergata si è scoperto che una terapia con probiotici causa una diminuzione di peso e di tessuto adiposo. Anche l'ansia ne esce ridimensionata

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

24

Maggio
2018

I probiotici contribuiscono al dimagrimento e alla diminuzione dell'ansia: lo afferma una ricerca tutta italiana condotta dai ricercatori delle Università di Tor Vergata, Sapienza e del Policlinico Gemelli e pubblicata sul Journal of Translational Medicine.

Oggetto dello studio è stato il microbiota intestinale, cioè l'insieme dei microorganismi che abitano l'intestino umano: è stata fatta una sperimentazione, sia su soggetti sani sia affetti da patologie degenerative, con un integratore con 120 miliardi di probiotici composti da 8 ceppi batterici. "La terapia con probiotici scelti ad hoc ha portato effetti a chi è colpito da sovrappeso o sindrome metabolica: in assenza di dieta c'è stata una leggera modulazione della composizione corporea, con un calo di peso e una riduzione di tessuto adiposo. Il dato più interessante è stato nei soggetti ansiosi, con una riduzione dello stato d'ansia", ha commentato Laura Di Renzo, docente della sezione nutrizione clinica e nutrigenomica dell'Università di Tor Vergata.

"Conosciamo solo il 10% degli effetti della flora batterica - spiega Antonino De Lorenzo, direttore della Scuola di specializzazione in scienze dell'alimentazione di Tor Vergata - Insieme al professor Antonio Gasbarrini del Policlinico Gemelli abbiamo costituito un network per affrontare questo grande tema della ricerca: dobbiamo infatti conoscerne il restante 90%".


Condividi su: