Goglio si rafforza in Cina con l'aiuto di Cassa Depositi e Prestiti

Goglio si rafforza in Cina con l'aiuto di Cassa Depositi e Prestiti

Il gruppo lombardo investe 15 milioni nel potenziamento dello stabilimento di Tianjin. 6 milioni li mette Simest

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

30

Giugno
2021

Goglio, azienda specializzata nella produzione di packaging flessibile con sede a Daverio, in provincia di Varese, potenzia la propria presenza in Asia grazie a SIMEST, la società pubblica del Gruppo Cassa Depositi e Prestiti che sostiene la crescita delle aziende italiane attive anche all’estero.

La società, infatti, ha lanciato un nuovo piano di investimenti da oltre 15 milioni di euro della Goglio Tianjin Packaging, la controllata cinese costituita nel 2004 in partnership con SIMEST e attiva sul mercato asiatico attraverso uno stabilimento a Tianjin attualmente specializzato nella produzione di grandi sacchi per il confezionamento di semilavorati di frutta ad uso industriale. 

Il piano sarà sostenuto da SIMEST con un aumento di capitale di 6 milioni di euro, di cui 3 a valere sul Fondo di Venture Capital, strumento agevolativo gestito con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Obiettivo dell’operazione è costruire all’interno dello stabilimento di Tianjin, che si estende su una superficie di 54.000 mq e impiega circa 200 dipendenti, un nuovo impianto che permetterà incrementare la capacità produttiva, migliorare la qualità e la tipologia dei materiali utilizzati per i prodotti già in catalogo, e ampliare la gamma di specialità prodotte, introducendo i materiali ecosostenibili e quelli utilizzati per il confezionamento dei prodotti alimentari, soprattutto del caffè.

"L’ampliamento dell’impianto di Tianjin - spiega Davide Jarach responsabile Sviluppo Strategico di Goglio Spa e presidente di Goglio Tianjin Packaging - ci consentirà di incrementare la nostra capacità produttiva e integrarla con nuove soluzioni che adesso non possiamo realizzare. Siamo lieti di poter fare affidamento su un partner affidabile come SIMEST, che in questi anni ha fornito un supporto importantissimo alla nostra crescita in questi mercati."

Goglio mira in particolare a intercettare la sempre crescente domanda di caffè che sta sperimentando la Cina e il mercato asiatico legata alla diffusione di catene come Starbucks, Costa Coffee e anche McDonalds, nonché alla nascita in anni recenti, di catene di caffetterie locali come Luckin Coffee.

"Affiancare aziende come Goglio che, nonostante l’attuale momento di forte discontinuità, puntano sulla ricerca e sull’innovazione, è il nostro principale obiettivo - ha dichiarato Mauro Alfonso, amministratore delegato di SIMEST -. Abbiamo supportato il Gruppo Goglio sin dal suo ingresso in Cina e siamo orgogliosi di continuare a sostenerne l’azione di potenziamento internazionale."


Condividi su: