Gelu ri muluni

Gelu ri muluni

Ecco la ricetta del dolce palermitano realizzato con anguria e cioccolato in occasione del Festino di Santa Rosalia. Per gentile concessione del ristorante Antica Focacceria San Francesco

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

15

Luglio
2014

ricetta per otto-dieci persone
difficoltà minima
tempo di preparazione 1 ora circa
tempo di cottura 15 minuti

INGREDIENTI

1 anguria da 7 chili circa • 90 g di amido per dolci per ogni litro di succo di anguria • 150 g di zucchero per ogni litro di succo • 200 g di cioccolato fondente a scaglie • 100 g di zuccata (zucca candita) • 1 stecca di vaniglia • fiori freschi di gelsomino

Santa Rosalia, patrona della città di Palermo, è la santa più amata dai palermitani e per celebrarla Antica Focacceria San Francesco, da 180 anni emblema della cucina siciliana tradizionale, propone il Gelu ri muluni (Gelo di melone), un dolce tipico realizzato con polpa di anguria che diventa gelatina. All’impasto vengono aggiunte le gocce di cioccolato fondente che sostituiscono i semi tolti precedentemente dal frutto.

Preparazione
Tagliate a fette il "mellone" (anguria), togliete la scorza e i semi e passate la polpa nel passaverdure.
Calcolate la quantità di succo ottenuto regolando, di conseguenza, le dosi di amido e zucchero.
Se il mellone è molto dolce e aromatico si può diminuire lo zucchero, se è insipido, viceversa, si può aumentare.
In un tegame sciogliete a freddo l'amido e lo zucchero nel succo di mellone, passate il composto sul fuoco a fiamma molto bassa continuando a girare fino a che non si sarà addensato.

Togliete il gelo dal fuoco non appena farà le prime bolle, a questo punto aggiungete la vaniglia e versatelo in una zuppiera o in degli stampini bagnati, in cui avrete già messo una parte del cioccolato e della zuccata tagliati a pezzetti, mentre i restanti li disporrete sopra una volta versato il gelo.

Fate riposare in frigorifero per circa un giorno. Prima di servire il gelo, toglietelo dallo stampo e guarnite con fiori di gelsomino.


Condividi su: