Etichetta

Etichetta "veg" obbligatoria: si possono raccogliere le firme

L'UE dà l'assenso: ai promotori un anno di tempo per ottenere l'adesione di 1 milione di cittadini. Per semplificare la vita a chi segue regimi alimentari alternativi

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

08

Novembre
2018

La Commissione UE ha deciso di registrare un'iniziativa dei cittadini europei intitolata Etichettatura alimentare obbligatoria non vegetariana / vegetariana / vegana. L'iniziativa è promossa da cittadini che vogliono rendere la scelta d'acquisto ai vegetariani molto più semplice, senza costringerli "ogni volta a studiare l'elenco degli ingredienti di un prodotto alimentare per determinare se è idoneo", si legge nella richiesta.

La decisione della Commissione, spiega una nota dello stesso esecutivo, riguarda l'ammissibilità giuridica ma non la sostanza della proposta.

L'esame su questo secondo aspetto arriverà se i promotori dell'iniziativa saranno in grado di raccogliere almeno un 1 milione di firme da 7 Stati membri entro un anno. In questo caso, Bruxelles dovrà dare risposta entro tre mesi e a occuparsene sarà la prossima Commissione UE che si insedierà nell'autunno 2019.


Condividi su: