EFSA ha scelto i nuovi esperti

EFSA ha scelto i nuovi esperti

L'Autorità europea ha selezionato oltre 170 scienziati che a luglio raccoglieranno il testimone dei gruppi uscenti. Le università hanno contribuito con il 44% degli accademici

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

17

Maggio
2018

Gli esperti che l'EFSA ha scelto ricoprono un ruolo essenziale: prestare consulenza scientifica indipendente a tutela dei consumator i, degli animali e dell'ambiente dell'UE. La coordinatrice scientifica dell'Autorità, Juliane Kleiner, ha dichiarato: "Gli esperti che abbiamo designato provengono da 24 Paesi e da una molteplicità di discipline scientifiche. Oltre un terzo di loro non è mai stato membro di un gruppo scientifico EFSA. Mi fa piacere notare che siamo riusciti ad attrarre un maggior numero di esperti e giovani scienziati donne rispetto al passato". Kleiner ha spiegato che "Gli Stati membri dell'UE ci hanno fornito la maggior parte dei nuovi esperti, con un 17% proveniente da organismi nazionali di valutazione del rischio e il 29% da altri enti o istituti di ricerca pubblici.Le università europee ci hanno fornito un altro 44%, il che sottolinea il nostro solido legame con il mondo accademico.
Il resto comprende scienziati in proprio o in pensione .

Dopo la pubblicazione del bando di reclutamento nell'estate del 2017, più di 1.000 scienziati hanno fatto richiesta di adesione a un gruppo scientifico dell'EFSA: i 170 candidati sono stati scelti dopo un attento processo di selezione e un approfondito vaglio delle dichiarazioni dei loro interessi.

Per la prima volta dal 2008 l'EFSA rinnova in contemporanea tutti i 10 gruppi e il Comitato Scientifico. Ogni gruppo si compone in media di 17 membri che inizieranno ufficialmente il proprio mandato di tre anni il 1° luglio prossimo.

È in corso la nomina di tre esperti supplementari, uno per ciascuno dei tre gruppi Salute e benessere degli animali, Pericoli biologici e Salute dei vegetali.

Di seguito i curricula degli esperti che siedereanno nei vari gruppi e le dichiarazioni dei loro interessi:


Condividi su: