DOP e IGP: in 20 anni sono aumentate del 382%

DOP e IGP: in 20 anni sono aumentate del 382%

Il nostro Paese si conferma leader nell'Unione europea per i prodotti di qualità. Il valore al consumo supera i 13 miliardi di euro, vale a dire il 10% della spesa destinata dalle famiglie italiane ai generi alimentari

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

22

Dicembre
2017

Com'è noto, l'Italia è leader in Europa per le denominazioni protette con 294 prodotti DOP, IGP e STG riconosciuti dall'UE; in vent'anni questo patrimonio agroalimentare è cresciuto di quasi 5 volte (+382%) e tra i prodotti di qualità presenti in Italia l'ortofrutta, i cereali, i formaggi e gli oli costituiscono oltre il 70% del totale nazionale. Gli ortofrutticoli con 110 prodotti costituiscono il 37,4% del totale, i 53 formaggi incidono per il 18%, gli oli e grassi per il 15,6% e le carni per il 13%. Questo, in estrema sintesi, è il risultato emerso da un'analisi condotta dagli Uffici Studi Confagricoltura Veneto e CGIA di Mestre che ha monitorato le tendenze dei consumatori e la crescita irresistibile dei prodotti italiani che incidono per oltre il 21% del totale dei prodotti di qualità registrati in tutta Europa.

Dietro l'Italia, seguono con 245 prodotti registrati la Francia, con 195 la Spagna, con 138 il Portogallo e con 105 la Grecia.
A livello territoriale, sul gradino più alto del podio si pone l'Emilia Romagna con 43 prodotti (18 DOP e 25 IGP) , segue il Veneto con 36 prodotti ( 18 DOP e 18 IGP), la Lombardia con 34 (20 DOP e 14 IGP), la Toscana con 31 (16 DOP e 15 IGP) e la Sicilia con 30 (17 DOP e 13 IGP).
Stando alle ultime rilevazioni Ismea e Fondazione Qualivita, gli Uffici Studi Confagricoltura Veneto e CGIA hanno constatato che il valore economico dei prodotti agroalimentari italiani di qualità ammonta a circa 6,3 miliardi di euro; mentre il valore al consumo è di circa 13,3 miliardi di euro, pari al 10% della spesa complessiva destinata dalle famiglie italiane ai generi alimentari.


Condividi su: