Dizionario DOP e IGP

Dizionario DOP e IGP

Treccani e Fondazione Qualivita redigono il primo dizionario enciclopedico per la tutela del patrimonio agroalimentare e vinicolo del Bel Paese

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

28

Giugno
2018

Un viaggio alla scoperta delle origini, dall'Aceto Balsamico di Modena al Parmigiano Reggiano, dal Prosciutto di Parma al San Daniele e ancora dal Cannonau di Sardegna al Franciacorta fino ad arrivare allo Zafferano dell'Aquila: 821 voci dalla A alla Z, 526 riferite ai vini e 295 agli alimenti, che definiscono le produzioni DOP e IGP.

È infatti online sul sito Treccani il Dizionario dei prodotti DOP e IGP italiani, il primo dizionario enciclopedico frutto della collaborazione fra Treccani e Fondazione Qualivita che punta a rendere accessibile a tutti il patrimonio agroalimentare e vinicolo nostrano contro la diffusione di informazioni false e conoscenze errate, per valorizzare le eccellenze e contrastare ogni forma di contraffazione.

Il nuovo strumento digitale, presentato il 27 giugno 2018 a Roma, è parte integrante del progetto Treccani Gusto, lanciato a gennaio 2018, per tutelare e promuovere la cultura del cibo italiano nel mondo e organizzare in un unico sistema le esperienze del settore rurale italiano a Indicazione Geografica che inoltre lancia come parola chiave l'hashtag #leparoledelgusto.

“Nell'Anno del cibo italiano nel mondo ho il piacere e l'onore di accogliere i prodotti agroalimentari DOP e IGP nel sistema dei contenuti digitali Treccani" - ha detto Massimo Bray, direttore generale Treccani.

“Grazie ai circa 600.000 accessi unici quotidiani al nostro portale - ha aggiunto - le eccellenze italiane del settore agroalimentare hanno a disposizione un nuovo, importante strumento per una maggior tutela delle loro caratteristiche identitarie. Una tutela che, da oggi, sarà sempre più connessa, anche nel panorama internazionale, volta a una migliore comunicazione dei valori culturali di cui questi prodotti sono portatori.”

Il dizionario enciclopedico è consultabile sul sito dedicato

M.P.


Condividi su: