Diventare assaggiatori. Il corso dedicato all'olio d'oliva italiano

Diventare assaggiatori. Il corso dedicato all'olio d'oliva italiano

Parte a settembre il percorso formativo di Seminario Permanente Luigi Veronelli e AIRO per il conseguimento dell’attestato d’idoneità fisiologica all’assaggio riconosciuto dal MiPAAF

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

31

Agosto
2017

Era il 2001 quando Luigi Veronelli scriveva il suo Manifesto in progress. Per una nuova cultura dell’olio d’oliva. Oggi, il Seminario Permanente che porta il suo nome si unisce ad AIRO Associazione Internazionale Ristoratori dell’Olio, per consentire agli appassionati e ai cultori della gastronomia, ai professionisti del settore olivicolo, agli operatori del commercio agroalimentare e ai ristoratori di approfondire la propria conoscenza di questa eccellenza italiana.

Prenderà il via il 25 settembre a Milano il nuovo percorso formativo dedicato alla conoscenza della filiera olivicola e alla degustazione dell’olio d’oliva che, grazie all'accreditamento regionale permette di conseguire l’attestato di idoneità fisiologica all’assaggio di oli d’oliva, necessario all’iscrizione nell’Elenco nazionale di tecnici ed esperti degli oli di oliva vergini ed extravergini.

La proposta didattica si sviluppa in tre sezioni e affronta le conoscenze di base relative alla filiera dell'olio extravergine d'oliva, i fondamenti della tecnica di degustazione e la valutazione degli abbinamenti olio-cibo, l’illustrazione del suo uso in cucina e degli aspetti nutraceutici, le prove per il conseguimento dell’attestato di idoneità fisiologica all’assaggio di oli d’oliva vergini ed extravergini.
Il corso è tenuto da massimi esperti del settore, tra agronomi, assaggiatori, consulenti e giornalisti specializzati: Franco Pasquini, presidente di ANAPOO, Giuseppe Mazzocolin, cultore dell’olivo e dell’olio, Alberto Grimelli, agronomo e giornalista, Marco Scanu, oleologo, Andrea Alpi, sensory project manager, Cristina Gazzana, assaggiatrice AIRO, Piero Barachini, vivaista, e Fiammetta Nizzi Grifi, agronomo e responsabile tecnico del Consorzio Olio DOP Chianti Classico. Tra i docenti anche le stelle di Tano Simonato, chef patron del ristorante milanese Tano passami l’olio e di Matia Barciulli, Chef dell’Osteria di Passignano in provincia di Firenze.

L’olio d’oliva italiano è alla base di tutta la cucina mediterranea e non solo e il corso è un’opportunità per acquisire gli strumenti per valutare quale olio acquistare, quale abbinare e come alle diverse pietanze per ottenere il massimo del gusto nonché il massimo beneficio in termini di salute.
Gli operatori di settore avranno la possibilità di approfondire le loro conoscenze e di acquisire strumenti e competenze.

Le lezioni si terranno in orario serale presso l'hotel Allegroitalia San Pietro all’Orto 6 di Milano. Questa edizione è solo il primo degli eventi che Seminario Veronelli e AIRO condurranno insieme nel Nord Italia a favore della cultura dell’ulivo e dell’olio.


Condividi su: