Disturbi dell'alimentazione. Il nuovo documento del Ministero della Salute

Disturbi dell'alimentazione. Il nuovo documento del Ministero della Salute

Il tavolo di lavoro ha pubblicato un aggiornamento delle linee guida per interventi in pronto soccorso e per i familiari

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

29

Agosto
2018

Il Tavolo di lavoro per gli interventi in ambito di disturbi dell’alimentazione (DA), che ha già prodotto le Linee di Indirizzo nazionali per la Riabilitazione nutrizionale nei pazienti con disturbi dell’alimentazione, è stato rinnovato, con Decreto direttoriale 26 aprile 2017, al fine di elaborare due documenti:

  • Raccomandazioni per interventi in pronto soccorso Codice lilla
  • Raccomandazioni per i familiari.

La stesura dei documenti è stata fortemente sollecitata sia dalle associazioni dei familiari sia dagli operatori sanitari che necessitano di documenti di riferimento in una tematica, come quella dei disturbi dell’alimentazione e della nutrizione, dove ancora oggi esiste una estrema disomogeneità di cura e trattamento sull’intero territorio nazionale.

Il documento Interventi per l’accoglienza, il triage, la valutazione ed il trattamento del paziente con disturbi della nutrizione e dell’alimentazione - Raccomandazioni in pronto soccorso per un Codice lilla, è stato redatto con taglio operativo, per operatori del settore sanitario che si trovano, in Pronto Soccorso, a dover svolgere funzioni di triage, accoglienza, valutazione e trattamento di pazienti con DA.

Le Raccomandazioni per i familiari sono inserite in un documento che ha l’intento di aiutare i familiari di pazienti affetti da DA, fornendo delle prime risposte su come riconoscere i sintomi dei disturbi della nutrizione e dell’alimentazione, a comprenderne la natura e a fornire un supporto pratico, soprattutto per la gestione dei pasti.

I documenti saranno anche pubblicati sul sito dedicato ai DA dove è possibile trovare informazioni sui centri di riferimento nazionale.


Condividi su: