Disturbi alimentari: 3milioni di italiani ne soffrono

Disturbi alimentari: 3milioni di italiani ne soffrono

In occasione della Giornata Mondiale promossa dall'Academy of Eating Disorders è emerso che i problemi cominciano a 8-10 anni. È sempre più precoce l'immagine errata di se stessi

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

05

Giugno
2017

Colpiscono già all'età di 8-10 anni, e spesso rimangono nascosti per decenni: idisturbi dell'alimentazione, anoressia e bulimia in testa, riguardano circa 3 milioni di italiani. Ma molto si può fare per prevenirli, anticipare la diagnosi e migliorare gli interventi di cura. Questi gli obiettivi della Giornata Mondiale sui Disturbi Alimentari, promossa dall'Academy of Eating Disorders che si è celebrata il 2 giugno.

Secondo una recente indagine della Società Italiana di Pediatria (Sip), il 28% di un campione di 10 mila adolescenti esaminato si vede in sovrappeso, ma solo l'11,7% lo è effettivamente secondo le valutazioni del pediatra. Un'immagine distorta del proprio aspetto fisico, ma anche difficoltà relazionali ed aspettative estetiche sempre più alte contribuiscono a porre le basi di questo problema.
All'insegna degli hashtag #WeDoActTogether e #WorldEatingDisordersDay, l'associazione nazionale Consult@Noi sta diffondendo sui social le "9 verità sui disturbi alimentari".
Verità 1: Molte persone con disturbi alimentari hanno sì un aspetto sano, ma possono essere molto malate.
Verità 2: Le famiglie non sono da biasimare, anzi possono essere le migliori alleate dei pazienti e degli operatori durante il trattamento.
Verità 3: Una diagnosi di disturbo alimentare è una situazione di straordinaria difficoltà (e di crisi) sanitaria che sconvolge il funzionamento personale e del gruppo familiare.
Verità 4: I Disturbi alimentari non sono scelte, ma sono gravi malattie con notevoli influenze sul piano biologico.
Verità 5: I disturbi alimentari colpiscono persone di tutti i generi, età, razze, etnie, di tutte le forme del corpo e di tutti i pesi, di ogni orientamento sessuale, e di differenti strati socio-economici.
Verità 6: I Disturbi alimentari comportano un aumento del rischio sia per il suicidio che per le complicanze mediche.
Verità 7: Sia i geni che l'ambiente giocano un ruolo importante nello sviluppo dei disturbi alimentari.
Verità 8: I geni da soli non predicono chi sarà la persona che svilupperà un Disturbo Alimentare.
Verità 9: Il recupero completo da un precedente disturbo alimentare è possibile.
La diagnosi precoce e la qualità dell'intervento sono però molto importanti.

Nove sono anche gli obiettivi da raggiungere attraverso una maggiore sensibilizzazione delle istituzioni al problema. Tra questi, l'invito a una maggiore collaborazione con medici e pediatri per anticipare la diagnosi, ma anche cure accessibili e interventi nelle scuole. 


Condividi su: