Dieta sana e sostenibile: ridurre i consumi di carne a 14 grammi al giorno

Dieta sana e sostenibile: ridurre i consumi di carne a 14 grammi al giorno

Lo afferma il Report Lancet che ha identificato una dieta “salva Pianeta” con quantità modeste di carne, pesce e derivati animali. Il consumo di vegetali, legumi e frutta a guscio dovrebbe aumentare del 50-100% a livello mondiale

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

18

Gennaio
2019

Più vegetali, meno proteine animali, riduzione al massimo degli sprechi di cibo: sono questi i tre pilastri del report Food in the Anthropocene: the EAT-Lancet Commission on healthy diets from sustainable food systems, il rapporto lanciato a Oslo da parte della Commissione EAT Lancet, gruppo di ricerca della rivista scientifica The Lancet che riunisce 37 esperti provenienti da 16 Paesi, con competenze in materia di sostenibilità ambientale, salute, nutrizione, sistemi alimentari, economia e governance.

L’assunto di base è che il nostro sistema alimentare e la nostra dieta minacciano non solo la salute, ma anche l’ambiente. La necessità è nutrire la popolazione globale in crescita con un’alimentazione sana, che sia il riflesso di sistemi alimentari sostenibili senza impattare ulteriormente sull’ambiente. Gli allevamenti intensivi producono fino al 18% dei gas serra globali, contribuiscono alla deforestazione e alla scarsità d’acqua.

La dieta promossa dalla EAT-Lancet Commission è un modello di orientamento che prevede l’assunzione di circa 2500 kcal al giorno basandosi su un aumento del consumo di verdure, frutta, cereali, legumi e frutta a guscio, e una contemporanea diminuzione del consumo di carne rossa, zucchero e cereali raffinati. Una dieta così strutturata fornirebbe importanti benefici per la salute e aumenterebbe le probabilità di raggiungimento dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) ONU..

Il report auspica che questa dieta di riferimento sia promossa e adottata a livello mondiale entro il 2050 e richiede una riduzione di circa il 300% dell’assunzione di carni rosse in quasi tutto il pianeta. Per gli adulti il consumo di carne rossa giornaliero non dovrebbe superare i 14 grammi. Il consumo di uova e pollame dovrebbe scendere a 13 grammi. Di converso il consumo di vegetali, legumi e frutta a guscio dovrebbe aumentare del 50-100% nel mondo, raggiungendo così i 500 grammi al giorno.

Questo sistema alimentare, secondo lo studio, può sopportare la crescita della popolazione mondiale e contrastare i cambiamenti climatici.

Food in the Anthropocene: the EAT-Lancet Commission on healthy diets from sustainable food systems


Condividi su: