Cresce il bio in tutto il mondo

Cresce il bio in tutto il mondo

A Biofach presentati i numeri del biologico a livello internazionale: aumenta la superficie coltivata e sale il giro d'affari. La spesa per i prodotti bio ha superato i 100 miliardi di dollari

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

14

Febbraio
2020

Biofach, il Salone Mondiale degli Alimenti Biologici, porta espositori, operatori e pubblico a Norimberga dal 12 al 15 febbraio. I due nuovi padiglioni danno la possibilità a 3.500 aziende, che provengono da circa 100 Paesi, di presenziare alla più importante fiera di settore.

Durante la prima giornata, il Research Institute of Organic Agriculture (FiBL, Svizzera) e IFOAM, la Federazione delle associazioni del biologico mondiale, hanno presentato i dati relativi al 2018 a livello planetario.

Dal campo alla tavola, un mercato che si espande

Partendo dal campo, ciò che immediatamente salta all'occhio nel Report è che la superficie globale coltivata a biologico è cresciuta di 2 milioni di ettari in un anno. Gli ettari coltivati a bio nel mondo sono 71,5 milioni e i Paesi con la maggiore estensione sono Australia, Argentina e Cina. Segnaliamo però che le possibilità di sviluppo sono enormi, visto che solo l'1,5% dei terreni coltivati nel mondo è certificato biologico.
Dopo l’Oceania, è l'Europa il continente con più terreni coltivati a bio: 15,6 milioni di ettari.

Globalmente ci sono 2,8 milioni di coltivatori bio e i primati spettano a India (1milione 149mila), Uganda (210 mila), Etiopia (204 mila).

Se arriviamo alla tavola, scopriamo che il mercato dei prodotti bio ha superato per la prima volta i 100 miliardi di dollari di valore, cioè 97 miliardi di euro a fine 2018, nella contabilità di 186 Paesi.

L'Italia vanta ottime performance: siamo il quinto mercato al mondo per consumi (3,5 miliardi di euro a fine 2018) e l’ottavo Paese per superfici coltivate a bio (circa 2 milioni di ettari). Comunque la quota di mercato è ancora molto contenuta (4%) e la spesa pro capite è inferiore ai 100 euro. In Francia tocca 136 euro e in Germania 132.

Gli Stati Uniti si confermano primo mercato mondiale con un giro d'affari di 40,6 miliardi di euro. Al secondo e terzo posto rispettivamente Germania, con 10,9 miliardi di euro, e Francia, con 9,1 miliardi di euro, che nel 2018 ha segnato la maggior crescita di vendite: +15%.

I consumi più alti sono appannaggio di Danimarca e Svizzera (312 euro di spesa biologica per abitante nel 2018). La Danimarca è il Paese in cui la percentuale delle vendite bio è la più importante, rappresentando l’11,5% del valore totale del comparto alimentare.


Condividi su: