Caffè e cuore, connubio perfetto

Caffè e cuore, connubio perfetto

Uno studio brasiliano conferma gli effetti positivi che la bevanda avrebbe sulle arterie, proteggendole dall'ostruzione. Merito delle sue proprietà antiossidanti o della caffeina?

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

30

Marzo
2018

Lo studio è stato condotto da un team di ricercatori della University of Sao Paulo's School of Public Health, ed è stato pubblicato sulla rivista Journal of the American Heart Association con il titolo "Coffee Consumption and Coronary Artery Calcium Score: Cross‐Sectional Results of ELSA‐Brasil (Brazilian Longitudinal Study of Adult Health)". Stando alle evidenze, il caffè fa da scudo per la salute del cuore, proteggendo le arterie dall'ostruzione, fenomeno che può portare a infarto. Per la ricerca sono stati presi in esame 4.400 residenti di San Paolo, tra i 35 e i 74 anni, analizzando le loro abitudini relative al caffè e le informazioni raccolte sono state correlate con la misurazione della quantità di calcio nelle arterie coronarie.
La coordinatrice dello studio, Andreia Miranda ha commentato:

"Abbiamo scoperto che il consumo abituale di più di tre tazze al giorno di caffè Java - una miscela robusta - diminuiva le probabilità di calcificazione coronarica per le persone che non avevano mai fumato".

Gli studiosi ora puntano a capire da un lato se bere quattro o cinque tazze al giorno conferirebbe ancora più benefici, anche se come sottolinea Miranda "altri studi hanno già dimostrato che il consumo eccessivo di questa bevanda potrebbe non portare miglioramenti per la salute", e dall'altro se un effetto si potrebbe avere anche con altri alimenti e bevande contenenti caffeina, come tè o cioccolato. Il caffè è "una complessa miscela di minerali e componenti diversi", concludono i ricercatori, quindi potrebbe essere l'attività antiossidante della bevanda nera piuttosto che il suo contenuto di caffeina a migliorare la salute del cuore


Condividi su: