C'è l'arancino anti-age: è vegetariano

C'è l'arancino anti-age: è vegetariano

Via il ragù di carne, il riso raffinato e la frittura. Avanti riso nero e rosso, verdure depurative e cottura al forno secondo la ricetta di Pasquale Caliri

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

14

Marzo
2017

Saremo più in forma e giovani a lungo con un arancino. Questo è l'auspicio di uno dei più bravi cuochi siciliani, Pasquale Caliri del Marina del Nettuno Yachting Club di Messina, che ha presentato la sua ultima novità a un pubblico di medici e cuochi riunitosi a Taormina a Villa Diodoro per il trentaquattresimo Congresso Regionale dei cuochi siciliani. Ecco quindi la preparazione espressa, davanti a un pubblico curioso, dell'arancino anti-aging: un concentrato di vitamine antiossidanti e nutrienti. "Perchè se il buono è bello, come dice Gualtiero Marchesi, deve fare anche bene", spiega Caliri che proprio da Marchesi si è formato.

Non più riso bianco, ragù di carne e frittura come nel tradizionale arancino siciliano ma riso nero e rosso fermentato, semi di sesamo e di zucca, un ragù di verdure depurative ed una panatura di pistacchio prima di essere cotto al forno.

Ai partecipanti è stato offerto un assaggio dell'arancino (al maschile come si dice nel Messinese) mentre la nutrizionista Lidia Lo Prinzi ne ha spiegato il valore sotto il profilo nutrizionale. "Ci sono forme di alimentazione - ha detto Caliri - come quella vegetariana o vegana che al di là del valore etico non vanno congedate superficialmente ma considerate anche alla luce delle risorse disponibili sul pianeta." E le risorse si stanno esaurendo sia a causa di politiche scellerate sia per questioni di disponibilità di fabbisogni da soddisfare. 


Condividi su: