Attuazione del Regolamento REACH: ultimo atto

Attuazione del Regolamento REACH: ultimo atto

Scade il 31 maggio 2018 l'ultimo termine di registrazione per le sostanze chimiche prodotte o importate nello spazio economico europeo. Il Ministero della Salute ha organizzato a Roma una conferenza per fare il punto a dieci anni dall'adozione

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

03

Novembre
2016

Tutte le sostanze chimiche prodotte o importate nello spazio economico europeo devono essere registrate entro il 31 maggio 2018 presso l'Agenzia europea per le sostanze chimiche (ECHA). Si tratta dell'ultimo termine di registrazione stabilito dal Regolamento CE n. 1907/2006 (REACH) per le sostanze chimiche già esistenti, comprese in una fascia tra 1 e 100 tonnellate l'anno.

Per questo motivo il Ministero della Salute - in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, il Ministero dello Sviluppo Economico con il supporto dell’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, il Centro Nazionale Sostanze Chimiche dell'Istituto Superiore di Sanità, l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale - organizza la 5a Conferenza nazionale sull’attuazione del Regolamento REACH.

La Conferenza farà il punto su quanto è stato fatto fino a oggi, per condividere le buone pratiche e le esperienze utili alle imprese per garantire gli obiettivi di prevenzione e protezione della salute, di salvaguardia dell’ambiente e di sviluppo sostenibile.

L'incontro - che si terrà a Roma presso l'Auditorium del Ministero della Salute, in viale Giorgio Ribotta 5 - toccherà anche il tema emergente del rapporto tra gestione delle sostanze chimiche ed economia circolare.

La partecipazione all’evento è gratuita, previa registrazione on line. Il termine ultimo per la registrazione on line è il 9 novembre. Le domande saranno accettate fino al raggiungimento della capienza massima della sala.

Per scaricare il programma.


Condividi su: