"Amanti Piccanti"

Alinari pubblica il libro di fotografie di Daniele Duca in cui il peperone è rappresentato come un formidabile interprete della sensualità. In programma anche una mostra a Trieste dal 29 agosto al 23 settembre

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

29

Agosto
2018

"Frutta, legumi e ortaggi hanno da sempre avuto l’onore di una posa fotografica, iniziando con i dagherrotipi. Nel corso dell’Ottocento questi importanti alimenti  - scrive nella prefazione al libro Claudio de Polo, presidente di Fratelli Alinari - sono stati fotografati in forma soprattutto di documentazione e illustrazione, con splendide carte salate, quindi albumine, fino ai primi autocromi degli inizi del Novecento. Intorno agli anni 20 del XX secolo arrivano le splendide fotografie di Albert Renger-Patzsch e negli anni 30 ammiriamo i peperoni di Weston, che apparivano lette dall’obbiettivo come straordinarie composizioni surrealiste un po’ metafisiche.
Da qui inizia l’avventura del peperone nell’immagine fotografica che, ripercorrendo vari decenni, arriva alle composizioni di Daniele Duca: Amanti Piccanti è, infatti, il nuovo lavoro fotografico edito da Alinari. Protagonista del racconto, curato da Marcello Verdenelli, è il peperone, che è ritratto in diverse sue sfaccettature e varietà.

Daniele Duca si occupa di fotografia e pubblicità da oltre trent'anni. Con Amanti Piccanti è alla sua sesta monografia per Alinari, dopo Estensione (2008), Moto Contrario (2011), Proximity (2012), Pasta - the photographic elegance of De Cecco's pasta shapes (2015) e Mi ricordo che (2016).

Le foto del libro Amanti Piccanti saranno protagoniste a Trieste, dal 29 agosto al 23 settembre, di una mostra promossa da Fratelli Alinari, Fondazione per la Storia della Fotografia, e curata da Enzo Carli nello spazio AIM Alinari Image Museum, al Bastione Fiorito del Castello di San Giusto.


Condividi su: