Alla Camera primo via libera al disegno di legge contro il consumo del suolo

Alla Camera primo via libera al disegno di legge contro il consumo del suolo

Tra le disposizioni misure per favorire la destinazione agricola del suolo e l'esercizio delle pratiche legate all'agricoltura 

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

12

Maggio
2016

Il ministero delle Politiche Agricole comunica che la Camera ha dato il primo via libera al disegno di legge sul "Contenimento del consumo del suolo ed il riuso del suolo edificato". 

Il testo, in linea con gli obiettivi dell'Ue di azzerare entro il 2050 il consumo del suolo, mira a valorizzare e proteggere il territorio, con particolare attenzione alle superfici agricole e alle aree sottoposte a tutela paesaggistica per promuovere e salvaguardare l'attività agricola, il paesaggio e l'ambiente, contenendo i consumi e limitando il rischio idrogeologico. Vengono anche fissati i criteri del riuso del suolo edificato e della rigenerazione urbana.

Per la prima volta vengono stabilite definizioni quali il consumo del suolo, l'impermeabilizzazione del terreno e quelle di superficie agricola e di area urbanizzata. La legge prevede anche l’istituzione di un registro degli enti virtuosi e la sospensione di operazioni che comportino un nuovo consumo del suolo in presenza di alternative. Inoltre le superfici agricole che hanno ricevuto finanziamenti europei legati alla Politica Agricola Comune (PAC) e alla politica di sviluppo rurale non possono, per un periodo di 5 anni dall'ultima erogazione, essere destinate ad uso diverso da quello agricolo, essere oggetto di interventi di trasformazione edilizia non funzionali all'attività agricola, ad eccezione delle opere pubbliche. Vengono semplificate le procedure per gli interventi di rigenerazione delle aree urbanizzate degradate dal punto di vista urbanistico, paesaggistico e ambientale e i Comuni chiamati al censimento degli edifici e delle aree dismesse o abbandonate. 


Condividi su: