A cena sul massiccio del Cristallo

A cena sul massiccio del Cristallo

Fino a settembre lo chef Gaspari gioca abilmente con la montagna e con l'enogastronomia locale

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

02

Luglio
2018

La tavola è per massimo dieci persone e, così come la cucina, viene allestita sul costone del massiccio del Cristallo, sopra Cortina, di fronte al panorama unico delle Dolomiti o in riva ad un ruscello nel cuore della pineta.
L'idea del menù degustazione in mezzo alla natura è di Riccardo Gaspari, chef e proprietario del ristorante San Brite a Cortina, vincitore nel 2015 del premio Birra Moretti Grand Cru, dove una giuria composta dai principali chef stellati, da Carlo Cracco a Davide Oldani, da Andrea Berton a Niko Romito a Viviana Varese decreta il miglior chef italiano sotto i 35 anni.

Tutta la filosofia della cucina del giovane chef è ispirata ad una grande passione per il territorio, nel suo menù utilizza solo ingredienti prodotti dal bosco, o dalla sua azienda agricola, dove il padre Flavio munge le mucche due volte al giorno per tutto l'anno. Interessante l'utilizzo del Pino Mugo (marinato per condire gli spaghetti), della corteccia (macinata come una farina) e del lichene (dolcificato e poi cotto).

Questa originale interpretazione gastronomica del territorio si può quindi gustare nel bel mezzo della natura dove Gaspari trasporta la cucina e apparecchia la tavola, coadiuvato dalla moglie Ludovica che dirige la sala, proponendo un menù di cinque portate e relativi abbinamenti con i vini, anche questi di produttori locali. 


Condividi su: